Archivio per febbraio, 2007

miccia corta….

Posted in Senza categoria with tags , , on 21 febbraio 2007 by catcher in the rye
“La rivoluzione
non è un pranzo di gala,
non è una festa letteraria,
non è un disegno o un ricamo,
non si può fare con tanta eleganza,
con tanta serenità e delicatezza,
con tanta grazia e cortesia.
La rivoluzione è un atto di violenza.”
Mao Tse Tung
“Giù la testa”, Sergio Leone.
Annunci

La science des rêves…

Posted in Senza categoria with tags , , , , on 19 febbraio 2007 by catcher in the rye
Stéphanie:
Everything will turn out the way you want, if you stop doubting that I love you. 

Stephane:
Will you marry me when you are seventy and have nothing to lose?

perle dal Bardo (per imparare dai fiori e dai diamanti fatti parole)

Posted in Senza categoria with tags , , , , on 12 febbraio 2007 by catcher in the rye
Oh! così questa troppo solida carne potesse fondersi, dimorare e dissolversi in rugiada: o che l’Eterno non avesse stabilito la sua legge contro l’uccisione di sé! O Dio! o dio! come tediosi, vieti, insipidi e non profittevoli sembrano a me tutti gli usi di questo mondo! Come l’ho a schifo! O schifo! è un giardino non sarchiato che va in seme; piantacce andate in rigoglio e grossolane lo posseggono tutto. Che si dovesse venire a questo! Morto da soli due mesi! anzi, non da tanto, nemmeno due: un re così eccellente: ch’era, rispetto a questo, quel ch’è Iperione a un satiro; così amorevole per mia madre, che non poteva permettere che i venti del cielo visitassero troppo rudemente la sua faccia. Cielo e terra! debbo io ricordare? ebbene, ella pendeva da lui, come se il desiderio si fosse accresciuto di ciò di cui si pasceva; e pure, entro un mese! Ch’io non ci pensi:Fragilità, il tuo nome è donna! Un mesetto! prima che fossero vecchie quelle scarpe con le quali ella seguì il corpo del mio povero padre, come Niobe, tutta lacrime, ebbene lei proprio lei – o Dio! una bestia, a cui manca il discorso della ragione, avrebbe pianto più a lungo – sposata a mio zio, il fratello di mio padre, ma non più simile a mio padre che io ad Ercole. Entro un mese! prima ancora che il sale di quelle inique lagrime avesse lasciato il rossore nei suoi occhi gonfi, ella si è sposata. Oh, malvagia fretta, accorrere così lestamente a lenzuola incestuose! Non è bene e non può venire a bene; ma spezzati, mio cuore, perché io debbo frenare la lingua!
Amleto(Atto I, Scena II) 

La vita è solo un’ombra che cammina, un povero attorello sussiegoso che si dimena sopra un palcoscenico per il tempo assegnato alla sua parte, e poi di lui nessuno udrà più nulla.
Macbeth(Atto 5, Scena 5) 

Scompari,macchia maledetta!Scompari,dico!…uno,due.Ebbene,è venuto il momento di agire…l’inferno è buio…vergogna,mio signore,vergogna!Come?Sei un soldato e hai paura?…che bisogno c’è di preoccuparsi se qualcuno lo venga a sapere,dal momento che nessuno può chiamarci a renderne conto?Eppure,chi avrebbe mai pensato che il vecchio avesse tanto sangue?…
Macbeth(Atto 5, scena 1) 

Quando non c’è più rimedio è inutile addolorarsi, perché si vede ormai il peggio che prima era attaccato alla speranza. Piangere sopra un male passato è il mezzo più sicuro per attirarsi nuovi mali. Quando la fortuna toglie ciò che non può essere conservato, bisogna avere pazienza: essa muta in burla la sua offesa. Il derubato che sorride, ruba qualcosa al ladro, ma chi piange per un dolore vano, ruba qualcosa a se stesso.
Otello(Il Doge di Venezia; Atto I, Scena III)

heartstopper – emiliana torrini

Posted in Senza categoria with tags , on 11 febbraio 2007 by catcher in the rye
You said I began
This messy state of love affair
And I drink too much and smoke too fast
And this city’s cleared my innocence
 

Coffee is pouring out my ears
It’s the only thing they have in here
And my heart stops beating

And when it stops it stops
My heart stopped beating
And when it stops it stops
My heart stopped beating

Number tree still on my plate
I heard the trains are running late
And I laugh out loud
My life is a mess
I have gone too far
In my lifelessness

Another coffee it’s on the house
The poor girl look is on the owners spouse
And my heart stopped beating

And when it stops it stops
My heart stopped beating
And when it stops it stops
My heart stopped beating

Outside your house
To make a scene
In my head you grabbed me passionately
But the lights are out
And in an hour I walked on home
In the pouring shower
Lost my keys in front of me
My neighbor’s smile he’s handing me
The blackest coffee you will ever see

And my hearts stopped beating

And when it stops it stops
My heart stopped beating
And when it stops it stops
My heart stopped beating

fried green tomatoes….quotes

Posted in Senza categoria with tags , , , on 4 febbraio 2007 by catcher in the rye
“A heart can be broken, but it will keep beating just the same.”
——
You are absolutely, unconditionally, positively the most stubborn person I’ve ever known in my life!

—-
“This doesn’t have anything to do with trains, does it?

—–
“I don’t know what’s worse, church or jail.

—-
You’re just a bee charmer, Idgie Threadgoode. That’s what you are, a bee charmer.

—-
“Don’t you ever say never to me.

—–
“It’s all right, honey. Let her go. Let her go. You know, Miss Ruth was a lady. And a lady always knows when to leave.

caravan – think tank – blur

Posted in Senza categoria with tags , on 3 febbraio 2007 by catcher in the rye
caravan’s lost
in the sun and the dust
no one loves you
when you are lost
 

here I’m a clown
pulling my world down
I believe I was strong
but you were the one

and when it comes you’ll feel the weight of it
the weight of it
the day will come when you’ll get away from it
away from it
sometimes everything is easy
sometimes everything is easy

la la la…

I tried to quit
but my heart won’t buy it
I got a family
the caravan came back
for me

and when it comes you’ll feel the weight of it
the weight of it
and the day will come when you’ll get away from it
away from it
sometimes everything is easy
sometimes everything is easy

la la la…

“Il mondo si muove per amore… si inginocchia davanti ad esso ammirato…”

Posted in Senza categoria with tags , , , , on 1 febbraio 2007 by catcher in the rye
“Perchè non riesci a dire quello che hai nella testa? “ 

-” Perchè non riesci
a smettere di dire quello che hai nella tua? perchè prendi l’iniziativa
quando voglio averla io? se voglio danzare, sarò io a chiederti di
danzare; se voglio parlare, io aprirò la bocca e ti parlerò. tutti
continuano a tormentarmi perchè parli di più, perchè poi? a che serve
dire che ti penso dall’istante in cui mi sveglio?che può venire di
buono se dico che talvolta non riesco ad essere lucido o non posso
lavorare bene? Che cosa cambia mai se riesco a dirti che ho paura come
tutti gli altri solo quando penso che tu possa essere in pericolo? E’
per questo che sono sotto questo portico, Ivy Walker, la tua incolumità
viene prima di quella degli altri. E .. si! Voglio danzare con te al
nostro matrimonio!”

The Village di N. Shyamalan, Lucius Hunt and Ivy Walker (Joaquin Phoenix e Bryce Dallace Howard)