Archivio per aprile, 2007

He wishes for the cloths of heaven…

Posted in Senza categoria with tags , , , , on 27 aprile 2007 by catcher in the rye

Had I the heavens’ embroidered cloths,
Enwrought with golden and silver light,
The blue and the dim and the dark cloths
Of night and light and the half-light,
I would spread the cloths under your feet:
But I, being poor, have only my dreams;
I have spread my dreams under your feet;
Tread softly, because you tread on my dreams.
 

— William Butler Yeats

“These things are good: ice cream and cake, a ride on a harley,
seeing monkeys in the trees, the rain on my tongue, and the sun shining
on my face. These things are a drag: dust in my hair, holes in my
shoes, no money in my pocket, and the sun, shining on my face.”

MASK, P. Bogdanovich, 1985.


“Vivi come credi.
Fai cosa ti dice il cuore …ciò che vuoi,
una vita è un’opera di teatro
che non ha prove iniziali.
Canta, ridi, balla, ama
e vivi intensamente ogni momento della tua vita,
prima che cali il sipario e l’opera finisca senza applausi.”

(Charlie Chaplin)


sono al LAIF 2 tutta sola…aspettando la serata-grigliata di stasera…chi è a lezione (lalla), chi sta preparando la griglia (pippo), chi è andato a prendere il vino (borisse), chi le morose alla stazione (bilvio e vice)…chi cazzeggia al pc invece di studiare visto che deve ancora andare a prendere i due libri che le servono e poi andare in mensa (io)…saremo praticamente tutti tranne Ele…non vedo l’ora di rivedere Vale e Manu….e che il ponte lungo cominci!!!!
malinconica, e un po’ depressa…ma felice per tutto ciò che sta succedendo…e che ho…(i miei amici…che fortuna poter dire che “loro” sono “miei”…, e tutte le giornate assieme…, la casa..speriamo!…la tesi, the rock ^^, programmare l’estate…)
mi sto coccolando con tutte le cosette che ho trovato in questi anni e che avevo scritto su livejournal….tra poeti e frasi famose….imparare dagli altri è sempre è una cosa preziosa..e conforta davvero…

Dopo un po’ impari la sottile differenza
tra tenere una mano
e incatenare un’anima.
E impari che l’amore
non è appoggiarsi a qualcuno
e la compagnia non è sicurezza.
Ed inizi a imparare
che i baci non sono contratti
e i doni non sono promesse.
E cominci ad accettare
le tue sconfitte a testa alta con gli occhi aperti
con la grazia di un adulto,
non con il dolore di un bimbo.
E impari a costruire
tutte le tue strade oggi,
perché il terreno di domani
è troppo
incerto per fare piani.
Dopo un po’ impari
che il sole scotta se ne prendi troppo.
Perciò pianti il tuo giardino
e decori la tua anima,
invece di aspettare
che qualcuno ti porti i fiori.
E impari che puoi davvero sopportare,
che sei davvero forte,
e che vali davvero.

V.A. Shoffstall 


Il cuore che ride – Charles Bukowski

Posted in Senza categoria with tags , , , , , on 22 aprile 2007 by catcher in the rye
La tua vita è la tua vita.
non lasciare che le batoste la sbattano nella cantina dell’arrendevolezza.
stai in guardia.
ci sono delle uscite.
da qualche parte c’è luce.
forse non sarà una gran luce ma la vince sulle tenebre.
stai in guardia.
gli dei ti offriranno delle occasioni.
riconoscile, afferrale.
non puoi sconfiggere la morte ma puoi sconfiggere la morte in vita, qualche volta.
e più impari a farlo di frequente, più luce ci sarà.
la tua vita è la tua vita.
sappilo finché ce l’hai.
tu sei meraviglioso gli dei aspettano di compiacersi in te.
 

 

«Cosí l’ho intitolato Chiedi alla polvere,
perché in quelle strade c’è la polvere dell’Est e del Middle West, ed è
una polvere da cui non cresce nulla, una cultura senza radici, una
frenetica ricerca di un riparo, la furia cieca di un popolo perso e
senza speranza alle prese con la ricerca affannosa di una pace che non
potrà mai raggiungere.
E c’è una ragazza ingannata dall’idea che felici fossero quelli che si affannavano, e voleva essere dei loro».

John Fante nel Prologo a Chiedi alla polvere

così ho visto pure Chiedi alla polvere ieri sera. non un gran film, probabilmente un gran libro che spero di leggere molto presto. a prescindere dalla grande cotta che ho per lui, Colin sembra metterci sempre il cuore nei suoi personaggi, e il ruolo gli calza perfettamente…Salma abbaglia da quanto è splendida….e potrebbe pure starci….(se le volessi meno bene ^^ credo sarei molto più cattiva nei suoi confronti….ha recitato meglio in altri film…)
però è al film che manca qualcosa….non posso dire che mi sia piaciuto…non riesce a “rendere” un’atmosfera, un malessere, un periodo preciso…(che amo così tanto)…forse un’occasione perduta per un bel film….
ora doccia, capelli, e poi a nanne…che è già tardi…buona settimana!

venerdì 13…

Posted in Senza categoria with tags , , on 13 aprile 2007 by catcher in the rye
And now that I’ve worn, I’ve worn out the world
I’m on my knees in fascination
Looking through the night
And the moons never seen me before
But I’m reflecting light…

dunque dunque stè…potevi pensarci prima…ebbene sì..ho sboccato anche l’anima ieri sera…come i quindicenni al cesso con qualcuno che li tiene su perchè altrimenti non si reggono in piedi….devo ammettere che ho violato una delle regole base del buon bevitore (anche se c’è da dire che l’avevo già infranta altre volte ed era andato più o meno tutto ok…)…: mai scendere di grado mai scendere di grado mai scendere di grado….devo fare come burt simpson e scriverlo alla lavagna tante volte…ebbene sì…direi che membro della commissione veneto-friulana per il vino non lo sarò più…o almeno per un po’ di tempo…e meno male che non era serata patavina, ma veronese…inter nos….altrimenti i tosi chissà cosa avrebbero detto…
comunque una cosa è certa…si sta malissimo, atrocemente….spero che non ricapiti molto spesso in futuro e se ricapiterà sarà per un incidente passeggero…tipo le cose che non si possono evitare…(c’è sempre l’incognita di cosa e quanto uno ha mangiato più varie ed eventuali)….io devo ammettere che sono nella mia “settimana inutile” (e la Lalla qui sorriderebbe pensando al suo amico autore di questa geniale definizione…^^) e il mio stomaco/pancia non era messo molto bene…più varie attenuanti che spero passino prima o poi…
comunque sì…bevo da quando ero piccolissima…la nonna mi ha addestrata piano piano…ma prima o poi dovevo stare male anche io…lo ero già stata tempo fa…ma un pochino…e sicuramente non così…niente in confronto a questo! insomma…l’unica altra donna che conosco che riesce a bere come me è la mia mummy e pure lei l’ha fregata (la fregò…) l’armagnac…ecco….no, non è una giustificazione…è un precisare…XDDDD…

Domani devo aiutare un’amica (che si fa risentire solo per chiedermi favori) a tradurre alcune iscrizioni dal latino medievale (come se io sapessi farlo…)…non ho voglia di vederla!!!! non ho voglia di alzarmi, prendere la macchina e andare da lei…ma lo devo fare…ormai le ho detto di si….
domani sera forse “L’illusionista” con Ricca…devo cercare di non tirargli pacco questa volta altrimenti (è la volta che taglia i ponti con me definitivamente^^) potrebbe non parlarmi più…sì,…..ogni tanto tiro pacchi anche io….*__*
la giornata di oggi è stata un amore….tutti non mi avevano mai coccolato così tanto come adesso…grazieeee.

Goditi potere e bellezza della tua gioventù. Non ci pensare.
Il potere di bellezza e gioventù lo capirai solo una volta appassite.
Ma credimi tra vent’anni guarderai quelle tue vecchie foto.
E in un modo che non puoi immaginare adesso.  

Quante possibilità avevi di fronte
e che aspetto magnifico avevi!
Non eri per niente grasso come ti sembrava.

Non preoccuparti del futuro.
Oppure preoccupati ma sapendo che questo ti aiuta quanto masticare un chewing-gum per risolvere un’equazione algebrica.

I veri problemi della vita saranno sicuramente cose che non ti erano mai passate per la mente, di quelle che ti pigliano di sorpresa alle quattro di un pigro martedì pomeriggio.

Fa’ una cosa ogni giorno che sei spaventato: canta!

Non essere crudele col cuore degli altri.
Non tollerare la gente che è crudele col tuo.

Lavati i denti.

Non perdere tempo con l’invidia: a volte sei in testa, a volte resti indietro.
La corsa è lunga e, alla fine, è solo con te stesso.

Ricorda i complimenti che ricevi, scordati gli insulti.
Se ci riesci veramente, dimmi come si fa…

Conserva tutte le vecchie lettere d’amore,
butta i vecchi estratti-conto.

Rilassati!

Non sentirti in colpa se non sai cosa vuoi fare della tua vita.
Le persone più interessanti che conosco a ventidue anni non sapevano che fare della loro vita.
I quarantenni più interessanti che conosco ancora non lo sanno.

Prendi molto calcio.

Sii gentile con le tue ginocchia,
quando saranno partite ti mancheranno.

Forse ti sposerai o forse no.
Forse avrai figli o forse no.
Forse divorzierai a quarant’anni.
Forse ballerai con lei al settantacinquesimo anniversario di matrimonio.
Comunque vada, non congratularti troppo con te stesso,
ma non rimproverarti neanche: le tue scelte sono scommesse,
come quelle di chiunque altro.

Goditi il tuo corpo,
usalo in tutti i modi che puoi,
senza paura e senza temere quel che pensa la gente.
E’ il più grande strumento che potrai mai avere.

Balla!
Anche se il solo posto che hai per farlo è il tuo soggiorno.

Leggi le istruzioni, anche se poi non le seguirai.
Non leggere le riviste di bellezza:
ti faranno solo sentire orrendo.

Cerca di conoscere i tuoi genitori,
non puoi sapere quando se ne andranno per sempre.
Tratta bene i tuoi fratelli,
sono il miglior legame con il passato
e quelli che più probabilmente avranno cura di te in futuro.

Renditi conto che gli amici vanno e vengono,
ma alcuni, i più preziosi, rimarranno.
Datti da fare per colmare le distanze geografiche e gli stili di vita,
perché più diventi vecchio, più hai bisogno delle persone che conoscevi da giovane.

Vivi a New York per un po’, ma lasciala prima che ti indurisca.
Vivi anche in California per un po’, ma lasciala prima che ti rammollisca.

Non fare pasticci con i capelli: se no, quando avrai quarant’anni, sembreranno di un ottantacinquenne.

Sii cauto nell’accettare consigli,
ma sii paziente con chi li dispensa.
I consigli sono una forma di nostalgia.
Dispensarli è un modo di ripescare il passato dal dimenticatoio,
ripulirlo, passare la vernice sulle parti più brutte
e riciclarlo per più di quel che valga.

Ma accetta il consiglio… per questa volta.

( dal film “The big kahuna”)

…erase and rewind…

Posted in Senza categoria with tags , , on 12 aprile 2007 by catcher in the rye


Veggo dinanzi al fuoco mutarsi tutte le cose, come i beni dinanzi all’oro.
Una sola è costante: il mio coraggio
Non m’assido se non per rialzarmi.
(Il F
uoco di Gabriele D’Annunzio)

Io che cito Gabrieleeee! per di più in prosa…devo stare proprio male…però l’ho trovata sul muro di Clare…ed è una frase molto bella…quindi ringrazio lei e il signor D’Annunzio..

“Love all, trust a few. Do wrong to none.” W, Shakespeare,”All’s Well That Ends Well”, Act 1 Scene 1

Posted in Senza categoria with tags , , , on 6 aprile 2007 by catcher in the rye

cambiato un po’ il layout…è primavera anche su windows live space dopo tutto….e i film sono decisamente la mia vita….o almeno…le loro battute danno voce a gran parte delle mie conversazioni….
non so cosa farei senza le mie pellicole preferite…sono state le mie baby-sitter per anni e anni…..
sono proprio un’invasata pazza! ^^
buona vigilia pasquale a tutti…..

quando gary e tim sono spaziali….

– “Non pensi mai a te stesso come se fossi morto, steso in una bara col coperchio  

chiuso?”
– “No!”
– “Neanch’io veramente.E’ stupido farsi deprimere da questo

pensiero.Perchè sai, uno si immagina di essere morto come se fosse vivo,

dimenticando di prendere in considerazione l’idea che invece sarebbe morto…Il

chè rende tutto molto diverso…Non credi??…Cioè tu non sapresti mai di essere

dentro a una bara,no? Sarebbe proprio come dormire in una bara….Non che a me

possa piacere l’idea di dormire in una bara, perchè senza un filo d’aria ti

sveglieresti morto, e poi dove ti ritroveresti?…Dentro una bara…E questo è

proprio quello che non mi piacerebbe affatto, ecco perchè non ci penso mai…E

poi lì dentro non potresti fare nulla, ti pare?…rinchiuso in una bara a quel

modo…Diamine ci resteresti per sempre!…Anche tenendo conto del fatto che

saresti morto, non è un pensiero gradevole, per niente!…specialmente se sei

morto davvero….Pensa un po’, se ti chiedessi a brucia pelo, “adesso ti

rinchiudo dentro a questa bara, preferisci essere vivo o morto?” naturalmente tu

preferiresti essere vivo…: vivo in una bara è sempre meglio che non vivo per

niente…non credi? Almeno avresti una possibilità; potresti stare lì, steso a

pensare continuamente “almeno non sono morto! tra un minuto qualcuno busserà al

coperchio e naturalmente mi dirà di uscire!”…….Ehi tu! come ti chiami?vieni

fuori di lì!!!!!…”
– “Penso proprio che ti ammazzerò…”

(Rosencrantz e Guildenstern sono morti, 1990)

 

si…sono tornata ai miei mini-movies….non potevo non farne su 300!!!

“Vacilla, esita; in una parola, è donna” F. Racine

Posted in Senza categoria with tags , , , on 3 aprile 2007 by catcher in the rye
aprile…avril, april, abril….
buona primavera a tutti…sembra davvero arrivata…almeno oggi…qui a casa da sola…raffreddore e creedence clearwater revival in the air con proud mary…devo assolutamente riordinare la mia camera o verrò presto sommersa da tutte le cose che ho appoggiato sul tavolo…e soffocherò sotto i 3000 strati di coperte che ci sono nel mio letto…. 

If you come down to the river  


Bet you gonna find some people who live


You don’t have to worry ‘cause you have [if you got] no money


People on the river are happy to give

Big wheel keep on turnin’


Proud Mary keep on burnin’


Rollin’, rollin’, rollin’ on the river


Rollin’, rollin’, rollin’ on the river

capitolo di walter pohl da rileggere per domani…ieri l’immagine della Prof. nel suo studio che guardava dalla finestra, triste e piena di ricordi…avrei voluto abbracciarla. 

ho odiato Elizabethtown ieri sera…ho praticamente perso due preziose ore della mia vita con un film scritto malissimo, noioso, con pretese filosofiche new age finto glamour….un appello per orlando bloom: tesoro, ti prego, impara a recitare!!! kirsten non è male ma è il film che non rende e mi sembra sempre uguale in ogni film…
però domenica ho visto pure a history of violence e…come direbbe lo spot di pravettoni…e qui la lira s’impenna!!!!!^^….bellissimo film, ne vale davvero la pena….cronenberg forever….
…e rivedrei 300 in questo istante….che spacconata assurda…….

odio quando mi dicono che sono dolce….io non sono dolce!….forse sono solo gentile, e un po’ educata…ma non dolce.


Ho molti debiti; non possiedo nulla; il resto lo lascio ai poveri.


François Rabelais