Archivio per ottobre, 2007

“..e il tuo nome è sacro come quello della principessa che morì sorridendo per un amore non ricambiato.”

Posted in Senza categoria with tags , , , , , on 24 ottobre 2007 by catcher in the rye

attenzione a john fante: si rischia di innamorarsi. e lo dico davvero.
a me è capitato. grazie a Vale, alla polvere di poggibonsi, e allo sguardo pieno di compassione e irrimediabile dolcezza di Arturo Bandini….che ormai, volente o nolente, mi immagino esattamente come Colin nel film. che poi è perfetto. (intendo Colin ^^).

ci pensavo stamattina, mentre passavo il mio primo giorno in bar. nonostante tutto (la paura, la levataccia, il freddo…la paura) posso dire che è stato il mio miglior “primo giorno di lavoro” tra qualsiasi di quelli che mi è capitato di fare fin qui…compreso scavare. e anche se l’apprensione per domani è tanta, spero di riuscire a fare tutto bene, o per lo meno di migliorare presto, e di non farmi spaventare sempre dalle cose in maniera così drammatica ogni maledettissima volta.
ci pensavo proprio oggi….”ma cosa direbbe Arturo Bandini?” ma soprattutto “cosa direbbe il giovane Holden” di tutto questo? come la prenderebbe?…
non avrebbero affatto paura. e io sì!

mi piacerebbe un giorno riuscire a recitare la parte di quella che se ne frega sul serio, e che non si fa toccare dalle cose.
ma oggi ho avuto pure il mio attimo alla Amelie Poulain, mentre scrivevo col pennarello i panini del giorno in vetrina……solo che non c’era Nino che mi aspettava. e non scrivevo al contrario.

ecco, spero solo di riuscire ad essere come Camilla un giorno…e avere quell’effetto su Arturo quando entrerà dalla porta, e gli farò quel caffè orribile….con le mie huarachas….
spero solo di avere un po’ più di fortuna, per far sì che le cose vadano diversamente.

“tutta la gente della mia vita di scrittore, tutti i miei personaggi si ritrovano in questa mia prima opera. Di me non c’è più niente, solo il ricordo di vecchie camere da letto, e il ciabattare di mia madre verso la cucina”. Aspetta primavera, Bandini, J. Fante, nota dell’autore.

Chiedi alla polvere rimarrà a lungo sul mio comodino. al massimo si sposterà sulla scrivania. ma non lo rimetterò più a posto, credo. è stato il mio compagno e fedele confidente a Poggi…e mi ha salvata. non riesco ad abbandonarlo ordinato su uno scaffale…perchè sarebbe come dire “archiviato”..
ancora grazie Valeeeee.

sveglia ore 4.10 a.m. treno ore 5.12 a.m. si comincia alle 7.00 a.m., si finisce alle 3.00 p.m.. via così per 7 giorni…almeno fino a fine ottobre, per imparare. che gli dei ce la mandino buona. fila a letto, tiffany!

 

 

 

Annunci

“la ragazza che beve come un uomo” è tornata …^^

Posted in Senza categoria with tags , , on 21 ottobre 2007 by catcher in the rye
mansarda gelida come un freezer…piedi freddi e mani distrutte…profumini buonissimi dalla cucina e odore di halloween.
e tanta malinconia. e voglia di dormire.
casa.
di già?
sono davvero tornata?
stordita, watson. molto stordita. e infreddolita. ma sono talmente pigra che la doccia me la faccio dopo.
quasi 600 foto scattate e appena caricate: ecco cosa ottenete se date una digitale in mano alla tiffany in scavo (le altre volte l’analogica frenava i miei insani istinti)…ma sono contenta: la “giappa” l’ho fatta davvero (novità??) e ne sono orgogliosa…e orgogliona :D….
che dire….
che mi sono divertita tantissimo. tornare un anno dopo nello stesso luogo per scavare è stata un’esperienza che non avevo mai fatto…e che avevo quasi giurato di non fare mai….ma si trattava di poggi, e una promessa è una promessa, soprattutto per i miei fratelloni. pare tutto uguale ed esattamente differente nello stesso momento. trovare le stesse persone e scoprirle (e riscoprirle) di più è stato istruttivo e inaspettato…e conoscerne di nuove è sempre la parte migliore di ogni viaggio…sono grata.
grazie anche per aver trovato la “mia fama” al mio arrivo…spero di essere stata almeno all’altezza delle aspettative alcoliche immaginate, anche se sto invecchiando e una sera sono andata a letto prima (boia deh!^^)
mi chiamano per andare a mangiare…e vorrei tanto descrivervi tutto…forse più tardi…forse mai.
però mi porto via tutto. ho tre settimane stampate nella mente, nelle mani, sulla pelle.
so per certo una cosa ormai: scaverei in eterno…e ora che si prospetta una pausa molto lunga prima di poterlo fare di nuovo…sarà difficile sotterrare la mia trowel di guerra per un po’…
poggi è sempre un posto magico. in ogni senso, in ogni momento.
grazie davvero. alla prossimaaa!