Archivio per marzo, 2008

And it rips through the silence, all that is left is all that i hide…

Posted in Senza categoria with tags , , , , , , on 31 marzo 2008 by catcher in the rye
augustì centelles –
Barricadas de Cavalos, Barcelona, 19 de julho de 1936

full weekend. trasloco vile e insidioso .
le pareti cominciano a non avere più i quadri appesi, le mensole si svuotano e “la casa del melograno” comincia a scomparire….
non so.
ma oggi i pittori hanno finito ad angiari, l’aria era tiepida e mentre mettevo in ordine i libri mi è venuta in mente la nonna e quando giocavo lì attorno con mia sorella.
bellissima serata ieri a pd. mi sono divertita!
e ora si ricomincia la settimana. speriamo in buone notizie da più fronti. Londra si avvicina….

other clip for nantes

ps: No country for old men e Lock & stock finalmente messi nella mia personale saccoccia cinematografica e già entrati nei miei 400 colpi, credo, per non uscirne più. nel mese di marzo ho visto dei film grandiosi, e direi che è un bel risultato.

I Beirut stanno diventando un’ossessione!!!

Posted in Senza categoria with tags , , , on 28 marzo 2008 by catcher in the rye
basta…non si può ascoltarlo da poco più di un mese…tutti i giorni a tutte le ore…ma lo amoooooooooooooooooooooooooooooooo!!!!
se volete farmi un regalo a Natale voglio Zach Condon in carne e ossa dentro ad un pacco regalo con i suoi album… 

non esiste video più bello di elephant gun!!! (a parte solo tonight tonight degli smashing pumpkinsempire dei kasabian e the importance of being idle degli oasis )

just another night in nantes

Ella duerme tras el vendaval
Se quitó la ropa
Sueña con despertar en otro tiempo y en otra ciudad….

 

─ “No hay alternativa. Cuando yo no salto, salta usted. No podemos continuar.”

Posted in Senza categoria with tags , , , , , on 27 marzo 2008 by catcher in the rye
─ ¿Continuar que?
─ Estando separados. 

-¿Por qué no tuvo un buen comienzo?
-Porque conmigo siempre es así, empieza mal y termina peor. Nunca
acierto cuando elijo un número. ¿Ha visto esos papeles pegajosos para
atraer moscas en espiral? Pues yo soy igual, atraigo las historias
cutres que pasan a mi lado. Creo que hay gente así, que son como un
imán para aliviar a los demás. Nunca acierto cuando elijo un número.
Todo lo que intento, todo lo que toco se convierte en una putada.

-Puede que no me merezca nada mejor. Debe de estar escrito en algún
sitio, no sé dónde. Hay gente que ha nacido para ser feliz, y a mí
todos los días de mi vida me han engañado. Todo lo que me prometieron
me lo creí, pero nunca he conseguido nada. No sé hacer ninguna cosa, no
le importo a nadie… no soy feliz… ni siquiera soy realmente
desgraciada, porque seguro que te sientes desgraciado cuando has
perdido algo, pero nunca he tenido nada mío, sólo mi mala suerte.
-¿Cómo se imagina el futuro, Adele?
-No lo he pensado… Cuando era pequeña sólo deseaba una cosa: crecer.
Quería que sucediera deprisa, pero ahora no sé para qué ha servido todo
esto. No sé para qué. Hacerme mayor. El futuro es… es como una sala
de espera, como una gran estación con bancos y corrientes de aire, y
detrás de los cristales un montón de gente que pasa corriendo, sin
verme. Tienen prisa. Cogen trenes, o taxis. Tienen un sitio a donde ir,
alguien con quien encontrarse. Y yo me quedo sentada, esperando.
-¿Qué espera, Adele?
-Que me ocurra algo.


La ragazza sul ponte – Patrice Leconte


l’ho trovato solo in spagnolo….ma suona troppo bene lo stesso…. amo questo film! ^^

I’ll sing of the bottles of wine That we left on our old windowsill…

Posted in Senza categoria with tags , , , , on 25 marzo 2008 by catcher in the rye

a  proposito….oggi è il 25 marzo….

auguri Valeeeeee!!!!! BUON COMPLEANNOOOOOO!!!! 

buon ritorno al quotidiano a tutti, dopo questa pausa a base di cioccolato….

A plague in the workhouse

A plague on the poor now
I feed on my drum ‘til I’m dead
Yesterday, fever
Tomorrow, St. Peter
I’ll feed on my drum until then

What melody will lead my lover from his bed?
What melody will see him in my arms again?

Set fire the foundation
And burn out the station
You’ll never get nothing of mine
The pane of my window
Will flicker and billow
I won’t leave a stitching behind

Oh, what melody will lead my lover from his bed?
What melody will see him in my arms again?

I’ll sing of the walls of the well
And the house at the top of the hill
I’ll sing of the bottles of wine
That we left on our old windowsill
I’ll sing all the years you will spend
Getting sadder and older, oh love

– cliquot – beirut

 

 

monstruos de pascua

Posted in Senza categoria with tags , , , , , on 24 marzo 2008 by catcher in the rye
e meno male che è pasqua, perchè se fossero solo dei giorni ordinari cosa succederebbe?
che brutte speranze, che brutti incubi la notte, che brutto…
magari dopo compro un biglietto della lotteria, vinciamo un po’ di soldini e scappiamo via. perchè è l’unica cosa da fare. forse.
e i finti problemi come l’uni, le tesine, gli ultimi esami da fare, gli articoli, la tesi, il non trovarsi bene con le persone, o il sentirsi a volte presi in giro, si dissolvono completamente di fronte a questo macigno. 

e se un giorno mi penserete, sappiate che magari sarò in spagna in un pueblo sperduto vicino al confine con il portogallo.
buona camicia a tutti.

Yo adivino el parpadeo
de las luces que a lo lejos
van marcando mi retorno.

Son las mismas que alumbraron
con sus plidos reflejos
hondas horas de dolor.

Y aunque no quise el regreso
siempre se vuelve
al primer amor.

La vieja calle
donde me cobijo
tuya es su vida
tuyo es su querer.

Bajo el burln
mirar de las estrellas
que con indiferencia
hoy me ven volver.

Volver
con la frente marchita
las nieves del tiempo
platearon mi sien.

Sentir
que es un soplo la vida
que veinte aos no es nada
que febril la mirada
errante en las sombras
te busca y te nombra.

Vivir
con el alma aferrada
a un dulce recuerdo
que lloro otra vez.

Tengo miedo del encuentro
con el pasado que vuelve
a enfrentarse con mi vida.

Tengo miedo de las noches
que pobladas de recuerdos
encadenen mi soar.

Pero el viajero que huye
tarde o temprano
detiene su andar.

Y aunque el olvido
que todo destruye
haya matado mi vieja ilusin,

guardo escondida
una esperanza humilde
que es toda la fortuna
de mi corazn.

Volver
con la frente marchita
las nieves del tiempo
platearon mi sien.

Sentir
que es un soplo la vida
que veinte aos no es nada
que febril la mirada
errante en las sombras
te busca y te nombra.

Vivir
con el alma aferrada
a un dulce recuerdo
que lloro otra vez.

 

nocturnos de la ventana

Posted in Senza categoria with tags , , , , , on 15 marzo 2008 by catcher in the rye
magari sono ripetitiva, ma sono convinta che una delle cose più diaboliche che capitano in vita sia, a parte vedere Berlusconi sul video del proprio televisore per l’ennesima volta, il trasloco.
io ABORRO traslocare. è una cosa veramente subdola. specialmente se non si hanno li sordi per chiamare un’impresa e farsi dare una mano. bisogna fare tutto da sole…e le mani in più di solito sono quelle degli zii…o, come in questo caso, dei morosi presenti. la cosa buffa è che io sono la più robusta perciò…danilo, ricca e io a smontare e rimontare le scaffalature…le due donnine ai lavori meno pesanti….
io sono quasi l’homo de casa….^^ oggi sabato dedicato alla cantina…e siamo solo alla cantina…!!!! non voglio pensare a tutti i giri che ci mancano. spero solo che finisca tutto in fretta.
mi costa abbandonare questa bicocca…e isola rizza, che è un paesino veramente caruccio e mi mancherà. mi mancherà vivere in un quartiere così tranquillo, con famiglie intorno, e il parco, dove i ragazzini giocano a calcio ogni pomeriggio di sole, e vedi i vicini che riordinano il giardino la domenica…(non avevo mai avuto dei vicini fino a tre anni fa).
mi mancherà questa mansarda…e tutto quello che ha significato questa casa. tre anni particolari. la stessa mansarda che non mi ha visto uscire e rimanere praticamente a letto per un mese intero dopo il mio ritorno da merida e il mio personale “terremoto” spagnolo. gli anni delle andate e ritorni da padova di notte in macchina, delle vere serate patavine universitarie. i miei ritorni, dai viaggi più importanti e dagli scavi più significativi, li ho fatti qui.
e speriamo che cominci tutto un mondo nuovo un’altra volta. e speriamo di abituarci di nuovo a tutto.
e speriamo in altre nuove avventure.
ogni alliterazione, anafora o poliptoto (e per questo la alahina mi deve baciare le chiappe) è puramente voluto, e speriamo porti fortuna!
buon fine!ps. e la tiffany vi consiglia… dal profondo del cuore, se riuscite a beccarlo…

 

Tideland di Terry Gilliam

mi odio in foto…

Posted in Senza categoria with tags , , on 11 marzo 2008 by catcher in the rye
…e mi tocca…mi tocca mettere la foto sul mio profilo…altrimenti non mi riconoscono quelli di alicante….dio come mi odio….e odio i msn groups e chi mi chiede le foto….. 

oggi a pd c’era Ualter….(walter veltroni)…c’era il PD a Pd…ed è stato il mio primo vero comizio, amici….generally speaking proprio…
Berto mi ha fatto una foto…beh..sembro davvero uno spot pubblicitario!!!…”Walter”.., parafrasando Guzzanti/Rutelli, “Walter..ricordati degli amiciiii!!!!”
comunque….IO VOGLIO ZAPATEROOOOO!!!

per chi vuole ridere….veramente assurda…

ps: se è vero che Johnny Depp ha mollato Vanessa per Keira Knightely, io lo diseredo, mi trasferisco in Spagna da Zapatero (cosa che farei comunque!)….è abbastanza chiaro Johnny???