Archivio per beirut

And it rips through the silence, all that is left is all that i hide…

Posted in Senza categoria with tags , , , , , , on 31 marzo 2008 by catcher in the rye
augustì centelles –
Barricadas de Cavalos, Barcelona, 19 de julho de 1936

full weekend. trasloco vile e insidioso .
le pareti cominciano a non avere più i quadri appesi, le mensole si svuotano e “la casa del melograno” comincia a scomparire….
non so.
ma oggi i pittori hanno finito ad angiari, l’aria era tiepida e mentre mettevo in ordine i libri mi è venuta in mente la nonna e quando giocavo lì attorno con mia sorella.
bellissima serata ieri a pd. mi sono divertita!
e ora si ricomincia la settimana. speriamo in buone notizie da più fronti. Londra si avvicina….

other clip for nantes

ps: No country for old men e Lock & stock finalmente messi nella mia personale saccoccia cinematografica e già entrati nei miei 400 colpi, credo, per non uscirne più. nel mese di marzo ho visto dei film grandiosi, e direi che è un bel risultato.

Annunci

I Beirut stanno diventando un’ossessione!!!

Posted in Senza categoria with tags , , , on 28 marzo 2008 by catcher in the rye
basta…non si può ascoltarlo da poco più di un mese…tutti i giorni a tutte le ore…ma lo amoooooooooooooooooooooooooooooooo!!!!
se volete farmi un regalo a Natale voglio Zach Condon in carne e ossa dentro ad un pacco regalo con i suoi album… 

non esiste video più bello di elephant gun!!! (a parte solo tonight tonight degli smashing pumpkinsempire dei kasabian e the importance of being idle degli oasis )

just another night in nantes

Ella duerme tras el vendaval
Se quitó la ropa
Sueña con despertar en otro tiempo y en otra ciudad….

 

I’ll sing of the bottles of wine That we left on our old windowsill…

Posted in Senza categoria with tags , , , , on 25 marzo 2008 by catcher in the rye

a  proposito….oggi è il 25 marzo….

auguri Valeeeeee!!!!! BUON COMPLEANNOOOOOO!!!! 

buon ritorno al quotidiano a tutti, dopo questa pausa a base di cioccolato….

A plague in the workhouse

A plague on the poor now
I feed on my drum ‘til I’m dead
Yesterday, fever
Tomorrow, St. Peter
I’ll feed on my drum until then

What melody will lead my lover from his bed?
What melody will see him in my arms again?

Set fire the foundation
And burn out the station
You’ll never get nothing of mine
The pane of my window
Will flicker and billow
I won’t leave a stitching behind

Oh, what melody will lead my lover from his bed?
What melody will see him in my arms again?

I’ll sing of the walls of the well
And the house at the top of the hill
I’ll sing of the bottles of wine
That we left on our old windowsill
I’ll sing all the years you will spend
Getting sadder and older, oh love

– cliquot – beirut

 

 

If I was young, I’d flee this town/I’d bury my dreams underground/..As did I,

Posted in Senza categoria with tags , , , , , on 24 febbraio 2008 by catcher in the rye
mi piacerebbe fare un calcolo di tutti i fazzoletti che ho consumato da mercoledì….e di tutte le pastiglie che ho preso. diciamo che per le ultime mi sono un pochino calmata…altrimenti davvero faccio la fine di marilyn senza paginoni glamour o copertine….
stare in casa così a lungo (e quattro giorni sono davvero interminabili per me) mi sta rendendo un pochino più scema del solito, forse un po’ psicopatica,…una vecchia a letto, cd e libri intorno, fazzoletti ovunque, i ricordi solo nella sua testa. 

ho scoperto Beirut e non riesco più a mollarlo. a volte brand new su mtv serve a qualcosa. aveva ragione le Rachi. serve alla sottoscritta, a cui, più di ogni altro periodo della sua vita, bastano tre note per innamorarsi di una canzone. e poi mi perdo subito. se avete voglia di testi magnifici e un sound ethno-folk pop è quello che fa per voi. o almeno è esattamente quello che fa per me.
non so dire…ma forse nella mia vita precedente ero una zingara francese o spagnola o…boh, balcana …che ne so…^^ enjoy!

consiglio caldamente…
elephant gun (single)
nantes
la banlieu
a sunday smile
mount wroclai (idle days)

 


Well it’s been a long time, long time now


Since I’ve seen you smile


And I’ll gamble away my fright


And I’ll gamble away my time


And in a year, a year or so


This will slip into the sea


Well it’s been a long time, long time now


Since I’ve seen you smile




Nobody raise their voices


Just another night in Nantes


Nobody raise their voices


Just another night in Nantes 

 

goya – locos