Archivio per chiedi alla polvere

Мёртвые души….

Posted in Senza categoria with tags , , , , on 28 settembre 2007 by catcher in the rye

…eccallà…quello è il libro che sto leggendo …………………………………………….e se non sapete il cirillico…cazzacci vostra!!!…… ..ho abbandonato il caro Arturo Bandini e Chiedi alla polvere…perchè mi stava piacendo un tantino troppo (come avevi ragione Vale!), e avevo promesso che l’avrei letto a Poggi. quindi ho recuperato “quello lì”, che mi aveva regalato una carissimissima compagna delle superiori e pure idda aveva ragioonee….w i russi, Gogol’, la santa madre russia, e le anime morte

“Con le carte in mano, tutti gli uomini sono uguali.” (Nikolaj Vasil’evič Gogol’)

review à rebours…: ebbene questo ultimo venerdì prepoggioboniziano si conclude con un dente 1- tiffany 0….non abbiamo finito un accidente: il mio dente non si è ancora rassegnato a tirare le cuoia e non molla; è infiammato e dolorante….e si vede che la madre russia vuole farmi fare un cura medica sociale in piena tradizione staliniana. “anestesia, no party”. ho una sola cosa da dire: vavanculo. dovrò stare un po’ attentina in queste tre settimane with my medication…(anche se l’obiettivo “desfo totale tra alcool e cigarillos” rimane sempre fermo).

giovedì invece è stato uno dei soliti “addii pre-scavo (quasistrappalacrime) a patavium” di rito: e ogni stramaledetta volta, che ci sia il sole o che piova (e pioveva pioveva…e che freddo!), l’atmosfera è sempre maliconica, la gente che passa è sempre in mood autunnale, patavium è sempre deserta dai volti conosciuti (a parte la carrambata della Allllahhhina, god i love this girl!) e nostalgica;…e c’è sempre un’analavra da salutare ^^.

domani sarà l’ultimo giorno ufficiale a mia disposizione per potermi pascere del celeberrimo riso di isola della scala alla sagra omonima…e sicuramente non farò in tempo a fare nulla…(o per lo meno stiamo a vedere….) e io VI ODIO TUTTI, MALEDETTI GIOSTRAI veronesi! però almeno mi sono piazzata due volte la sagra del porco qui a isla rizla (come direbbe la Cobianchi); Borisse, pensa che il giorno dopo abbiamo pure pagato l’ingresso (1 euro)…perchè era la sera uuuffficiale der porco (di 100 kg, premio serata…attenzione)…e ancora non sappiamo chi ha vinto…però alla famigghia ‘a grigliata è piaschiuta, e pure el risu.

abbiamo portato la mummy sugli autoscontri (io & my sis versus Danilo & Mum) e devo dire che oltre a vederla ridere di gusto (oi, xè beo, fiòi!), mi sono divertita un casino pure io (testuali parole della sister: “guidavo meglio quando ero piccola e non avevo la patente!”)…manco da picccenina mi divertivo così. anzi, erano quasi solo ematomi fotonici. poi pure la pesca di beneficienza e Danaaailo ha vinto il premio migliore (maledetto giostraio ^^)…io, un cuscino…e una schifezza in ceramica…(ceramismo lezioso come l’hanno scorso, ayudaaaa)…

mercoledì è stato il mio S-day…che sta per Sirenetta day! la sottoscritta è stata colta da improvvisa voglia di vedere la Sirenetta della waltdisney…una delle 2 sole vhs walt-disneyane che possiedo…ebbene: er nastro s’è tutto rovinato…sarà il mio videoregistratore scassato? sarà che Tritone fa molto Leo (Giovanni Leonardi forever)…sarà che ho imprecato per media hora…ma io la Sirenetta alla fine non l’ho vista…sob!

la spesa è fatta…domani un po’ di giretti e poi si parte. e anche se non credevo che l’avrei mai detto: non ho voglia di partire! perchè pure “poggi 2 la vendetta” non sfugge al sacro rito della tensione delle partenze-scavo; anche se sarà la seconda volta, anche se c’è aspettativa, anche se alla fine non c’è nessuna aspettativa, anche se si conosce già tutto, anche se sarà il mio primo bis archeologico (e 10° scavo, fioi…uh che minchia vù ddi? na mazza! vista la mia straordinaria competenza sul field …sagraaaa!), anche se alla fine va bene così, e sarà come sempre, e come deve essere.

e che l’autunno cominci!

sì, cominci pure….anche se, evidentemente per farmi del male, estoy escuchando la banda sonora de braveheart, hombree….

madreeeeee, perchèèèè sono così masochista??? no sè.^^

besotesss!

ps: dedicato a mia nonna…a cui ho subito pensato quando l’ho letto per sbaglio. w john fante siori e siore!

“La cucina : il vero regno di mia madre, l’antro caldo della strega buona sprofondato nella terra desolata della solitudine, con pentole piene di dolci intingoli che ribollivano sul fuoco, una caverna d’erbe magiche, rosmarino e timo e salvia e origano, balsami di loto che recavano sanità ai lunatici, pace ai tormentati, letizia ai disperati. Un piccolo mondo venti-per-venti: l’altare erano i fornelli, il cerchio magico una tovaglia a quadretti dove i figli si nutrivano, quei vecchi bambini richiamati ai propri inizi, col sapore del latte di mamma che ancora ne pervadeva i ricordi, e il suo profumo nelle narici, gli occhi luccicanti, e il mondo cattivo che si perdeva in lontananza mentre la vecchia madre-strega proteggeva la sua covata dai lupi di fuori.” (da The Brotherwood of the Grape)

 

 

Annunci