Archivio per trasloco days

“…you got me begging…”

Posted in Senza categoria with tags , , , , , on 28 aprile 2008 by catcher in the rye
Alicante mi aspetta…mi hanno confermato…ora prenoto il volo…
che dire, sono contenta. speriamo che gli dei ce la mandino buona.
ponte lungo…di faccende, di sacchetti pieni di vestiti da buttare via, di armadi smontati e rimontati (gli ultimi!)…di giri in macchina con Danilo per trovare delle viti decenti da sostituire …di balli con gli hombres di casa per scaricare la fatica con kylie minogue e rihanna (XXDDD)…troppo carino.
L’Asi sembra Campanellino con il nuovo sonaglino appeso al collo regalatomi dalla Casalona…la cosa mi piace un sacco.
sembra proprio primavera….
Yeah Yeah Yeah x4  

I love you
but i gotta stay true
my morals got me on my knees
I’m begging please stop playing games

I don’t know what this is
cos you got me good
just like you knew you would

I don’t know what you do
but you do it well
I’m under your spell

Chorus
You got me begging you for mercy
why won’t you release me
you got me begging you for mercy
why won’t you release me
I said release me

Now you think that I
will be something on the side
but you got to understand
that i need a man
who can take my hand yes i do

I don’t know what this is
but you got me good
just like you knew you would

I don’t know what you do
but you do it well
I’m under your spell

You got me begging you for mercy
why wont you release me
you got me begging you for mercy
why wont you release me
I said you’d better release yeah yeah yeah

I’m begging you for mercy
yes why wont you release me
I’m begging you for mercy

you got me begging
you got me begging
you got me begging

Mercy, why wont you release me
I’m begging you for mercy
why wont you release me

you got me begging you for mercy
I’m begging you for mercy
I’m begging you for mercy
I’m begging you for mercy
I’m begging you for mercy

Why wont you release me yeah yeah
break it down

duffy – mercy

Robert Capa; Sicilia. Sperlinga, vicino Troina (provincia di Enna), 4 agosto 1943
Un contadino indica la strada ad un militare americano

 

Annunci

ultimo post dalla casa del melograno…

Posted in Senza categoria with tags , , , , , , on 19 aprile 2008 by catcher in the rye
ultima notte qui. io e iaia sui letti in mezzo alla mansarda. domani finiamo….
tutte le stanze sono praticamente vuote. rimbomba tutto…anche la musica che sto ascoltando dal pc…
che dire…sembra di abbandonare tutti i tre anni qui dentro. e anche se so che non è così…un po’ è così.
il meglio e il peggio della tiffany…i tre anni qui….
e merida..
e poggi 2006…
e le prime “vere” guide con la melorra
e i ritorni da pd e rovigo by night
e la laurea…
e la specialistica…
e l’erasmus della sorellona…
e i giri in spagna (e londra!)
e badia…
e…sì, quello che so io….importa solo a me… 

e si ha paura che non accada più qualcosa del genere…o anche meglio (per cortesia…)…
speriamo non sia così.
que serà serà…

non so se avrò una connessione quanto prima…e come sarà…ci vedremo dal laif di pd magari….
that’s all folks!
passo e chiudo
hasta siempre.
stefi.

“No encuentro a quien contarle que en la rodada de esta tarde he muerto.”

Posted in Senza categoria with tags , , , , , , , , on 16 aprile 2008 by catcher in the rye
De un domador.
Jorge Calvetti
(Tate Modern, London)


came back yesterday night.
le foto…tante. to be continued soon.
oggi mercoledì di trasloco intenso. nel fine settimana il gran finale. e come si sa, i gran finali sono sempre i più spettacolosi… e per arrivarci bisogna sudare.

torno in un mondo nuovamente popolato da buffoni. me lo sentivo…e lo sapevo già. ma tornare così, non si può. ce la meritiamo tutta. per votare di nuovo un clown del genere. se non fa inorridire, se non ci si vergogna di uno così, allora votiamolo e teniamocelo. e che sia davvero una grande dittatura.

io sarò Guy Fawkes….
devo davvero fare Guy Fawkes….o meglio….V….per Vendetta….
il Big Ben e il Parlamento non mi sono esplosi davanti…i’m survived.
quindi ora devo raccogliere il suggerimento…: è il momento di palazzo chigi…..
e non c’è neanche tanto da ridere…
ricorda, ricorda, il cinque  novembre!


“L’Italia sta marcendo in un benessere che è egoismo, stupidità,
incultura, pettegolezzo, moralismo, coazione, conformismo: prestarsi in
qualche modo a contribuire a questa marcescenza è, ora, il fascismo”.

Pier Paolo Pasolini 6.9.1962

 

« – Ecco i vostri nomi: Mr. Brown, Mr. White, Mr. Blonde, Mr. Blue, Mr. Orange e Mr. Pink!

Posted in Senza categoria with tags , , , on 8 aprile 2008 by catcher in the rye
– Perché io sarei Mr. Pink?
– Perché tu sei un frocio, va bene?
– Perché non ci scegliamo noi il colore?
– Non se ne parla neanche. Ci ho provato una volta, non
funziona…quattro ragazzi, tutti a litigare per chi si doveva chiamare
“Mr. Black”! » 

esame. fuckin’ done.
non benissimo. ma non ne potevo più.
le mie donne dalla toscana stan tornando….
io ho freddo, ho i brividi, sono stanca e giovedì si parte….(se parte l’aereo….)

londra….Si si, Londra! Hai presente? Thè, nebbiolina, Big Ben, cibo
di merda, tempo peggio, Mary scassapalle Poppins? Londra!”

se solo il trasloco fosse già finito…e andassi a vivere a dubai….
si, forse non sono mai contenta.

rane di aprile

Posted in Senza categoria with tags , on 6 aprile 2008 by catcher in the rye
a londra…nevica.
ed è aprile.
e io dovrei partire giovedì.
martedì ho un esame.
forse. 

mi mancherai tanto. eri la gioia di tornare in toscana ogni volta e ritrovarti.

(e il trasloco continua.)

pioveranno rane…prima o poi so che accadrà.

e. degas – melancholy, 1874

And it rips through the silence, all that is left is all that i hide…

Posted in Senza categoria with tags , , , , , , on 31 marzo 2008 by catcher in the rye
augustì centelles –
Barricadas de Cavalos, Barcelona, 19 de julho de 1936

full weekend. trasloco vile e insidioso .
le pareti cominciano a non avere più i quadri appesi, le mensole si svuotano e “la casa del melograno” comincia a scomparire….
non so.
ma oggi i pittori hanno finito ad angiari, l’aria era tiepida e mentre mettevo in ordine i libri mi è venuta in mente la nonna e quando giocavo lì attorno con mia sorella.
bellissima serata ieri a pd. mi sono divertita!
e ora si ricomincia la settimana. speriamo in buone notizie da più fronti. Londra si avvicina….

other clip for nantes

ps: No country for old men e Lock & stock finalmente messi nella mia personale saccoccia cinematografica e già entrati nei miei 400 colpi, credo, per non uscirne più. nel mese di marzo ho visto dei film grandiosi, e direi che è un bel risultato.

monstruos de pascua

Posted in Senza categoria with tags , , , , , on 24 marzo 2008 by catcher in the rye
e meno male che è pasqua, perchè se fossero solo dei giorni ordinari cosa succederebbe?
che brutte speranze, che brutti incubi la notte, che brutto…
magari dopo compro un biglietto della lotteria, vinciamo un po’ di soldini e scappiamo via. perchè è l’unica cosa da fare. forse.
e i finti problemi come l’uni, le tesine, gli ultimi esami da fare, gli articoli, la tesi, il non trovarsi bene con le persone, o il sentirsi a volte presi in giro, si dissolvono completamente di fronte a questo macigno. 

e se un giorno mi penserete, sappiate che magari sarò in spagna in un pueblo sperduto vicino al confine con il portogallo.
buona camicia a tutti.

Yo adivino el parpadeo
de las luces que a lo lejos
van marcando mi retorno.

Son las mismas que alumbraron
con sus plidos reflejos
hondas horas de dolor.

Y aunque no quise el regreso
siempre se vuelve
al primer amor.

La vieja calle
donde me cobijo
tuya es su vida
tuyo es su querer.

Bajo el burln
mirar de las estrellas
que con indiferencia
hoy me ven volver.

Volver
con la frente marchita
las nieves del tiempo
platearon mi sien.

Sentir
que es un soplo la vida
que veinte aos no es nada
que febril la mirada
errante en las sombras
te busca y te nombra.

Vivir
con el alma aferrada
a un dulce recuerdo
que lloro otra vez.

Tengo miedo del encuentro
con el pasado que vuelve
a enfrentarse con mi vida.

Tengo miedo de las noches
que pobladas de recuerdos
encadenen mi soar.

Pero el viajero que huye
tarde o temprano
detiene su andar.

Y aunque el olvido
que todo destruye
haya matado mi vieja ilusin,

guardo escondida
una esperanza humilde
que es toda la fortuna
de mi corazn.

Volver
con la frente marchita
las nieves del tiempo
platearon mi sien.

Sentir
que es un soplo la vida
que veinte aos no es nada
que febril la mirada
errante en las sombras
te busca y te nombra.

Vivir
con el alma aferrada
a un dulce recuerdo
que lloro otra vez.